Come registrare e gestire i dati di una bilancia

Pubblicato il: 21/01/2019 19:07:03
Bilance e Sistemi per Pesare

Come registrare e gestire i dati di una bilancia

Le bilance professionali sono strumenti indispensabili per un grandissimo numero di settori industriali , esercizi commerciali e mondo medicale.

Pesare ciò che entra ed esce da un magazzino, sapere quanto pesano i componenti di un determinato macchinario, conoscere qual è il peso unitario degli oggetti in stock presso un rivenditore, monitorare le evoluzioni del peso di una persona sono solo alcune delle funzioni che assolvono bilance professionali di diverse tipologie.

Ma dove vanno a finire tutti questi dati?  Si tratta, infatti, di informazioni indispensabili per il corretto funzionamento di una filiera produttiva o di una catena distributiva e, spesso, devono essere conservati nel tempo.

E allora come si provvede a registrarli e catalogarli?

Diverse bilance, diversi software

Le bilance digitali funzionano grazie a software dedicati, che permettono loro di determinare il peso degli oggetti calcolando, ad esempio, la tara o permettendo di svolgere funzioni di contapezzi o di controllo della produzione ecc.

Oltre a questi software le bilance possono essere collegate a computer su cui operano programmi in grado di eseguire operazioni ancora più complesse.

Questi software di pesatura possono supportare gli operatori in diversi modi:

  • inviando i dati ai database in cui verranno immagazzinati
  • inserirli direttamente nelle fatture o negli altri documenti di accompagnamento della merce
  • calcolare i prezzi e stampare apposite etichette
  • tenere traccia delle giacenze di magazzino.

Nei casi più spinti, l'uso del software da PC consente pesate ed archiviazioni contemporanee su più postazioni di pesatura ed i dati acquisiti sono condivisi in tempo reale sul cloud.

bilance collegate in rete e condivisi sul cloud

Quasi sempre si tratta di software realizzati e commercializzati dalle stesse case produttrici di bilance e differenziano un prodotto dall’altro.

Una bilancia, infatti, viene scelta anche per il software con cui viene distribuita e con cui presenta compatibilità ed è consigliabile tenere in considerazione le funzioni del programma, ma anche la sua versatilità, la sua semplicità d’uso e la possibilità di personalizzazione, ad esempio per quanto riguarda le lingue in cui è utilizzabile.

Quali dati è utile gestire

Ogni settore ha diversi interessi per quanto riguarda i dati relativi al peso che è utile immagazzinare e gestire.

Si parte da dati semplici: peso netto, peso lordo e tara per arrivare a calcoli più complessi.

Partiamo con il considerare un settore molto complesso in cui i dati sul peso sono molto importanti da tenere sott’occhio, quello della logistica.

In questi casi sarà utile aver registrato sicuramente uno storico di magazzino, quindi partire dalle date o addirittura dagli orari di transito e relativa pesata delle merci e specificare se sono in entrata o in uscita.

I database, quindi, in questo registrano i dati, mentre i software li mettono in relazione, dando informazioni precise circa, ad esempio, quanti materiali sono transitati verso una determinata spedizione, quando erano arrivati, se ce ne sono delle rimanenze da spedire in un secondo momento.

Oltre a queste informazioni nel caso di spedizioni di pacchi e simili è bene registrarne anche le dimensioni mentre se si utilizzano corrieri esterni esistono dei software che sono in grado addirittura di aggiornarsi sui prezzi e calcolare così in tempo reale il costo di ciascuna spedizione.

Affinché la logistica dei magazzini, non solo nel settore spedizioni, ma anche nell’industria o nel commercio, sia gestita al meglio ovviamente è bene che ciascuna tipologia di merce abbia il suo codice cosicché esso sia inserito all’interno del software che, a questo punto, è in grado di registrare qualsiasi variazione nel quantitativo di quel determinato prodotto.

Per esigenze specifiche come, ad esempio, magazzini di componenti elettronici o di ferramenta, sono particolarmente utili le bilance contapezzi.

Questi strumenti, di cui abbiamo parlato diffusamente , permettono di registrare il peso di un singolo oggetto di una determinata tipologia e contare così, in un’unica pesata, quanti ce ne sono sul piatto. In questo caso è fondamentale che la bilancia sia collegata ad un software adeguato che non solo tenga in memoria i pesi di diverse tipologie di merce, ma permetta di tenere traccia di quanti pezzi dello stesso tipo sono usciti, quanti sono entrati e se e quando vanno riassortiti.

In un settore dalle esigenze decisamente particolari come quello della raccolta e dello stoccaggio dei rifiuti raccogliere e catalogare in maniera ordinata le tipologie di materiali e il loro peso.

Per le aziende, infatti, è indispensabile anche a livello normativo tenere traccia quali rifiuti e in che quantità vengono prodotti e smaltiti, ma lo stesso vale, ad esempio, anche per i cantieri.

In questo caso si dovranno utilizzare software che permettano la registrazione del peso, delle date e degli orari di uscita del materiale, della tipologia di materiale e anche del metodo con cui viene smaltito.

Stessa cosa per le isole ecologiche o le zone di raccolta dei rifiuti speciali: ogni camion container che parte deve essere accuratamente pesato e i dati registrati e immagazzinati.

Un discorso particolare va affrontato per i laboratori chimici o farmaceutici dove vengono utilizzate bilance analitiche per analizzare i composti o realizzare prodotti ad alta specializzazione come farmaci o cosmetici.

In questo caso i dati di cui tenere traccia dovranno essere funzionali allo scopo finale della lavorazione. Se si tratta di prodotti da mettere sul mercato, ad esempio, è bene che, una volta realizzata la miscela finale, con le giuste quantità di elementi, se ne abbia traccia precisa affinché sia resa ripetibile e distinguibile da altri composti.

Infine pensiamo al campo medico: in questo caso sono da tenere sotto controllo i dati relativi al peso dei pazienti, per monitorare i loro progressi, ad esempio nei percorsi nutrizionali di un certo tipo.

Questi dati sono particolarmente sensibili e quindi, oltre a registrarli e tenerne traccia, ci si deve assicurare che sia i software che i database collegati, ne garantiscano la massima sicurezza ai fini della privacy.

Nella maggioranza dei casi, infatti, oltre al peso vanno riportati altri dati come l’età del paziente, il sesso, eventuali patologie di cui soffre.

Le bilance impedenziometriche, molto utilizzate per questi scopi, sono inoltre collegabili programmi che elaborano dati ancora più complessi, come la massa grassa o la massa magra di un soggetto, mettendoli in relazione tra loro per ricavarne informazioni sempre più precise e attendibili sullo stato di salute e di forma di un paziente.

La nuova frontiera delle bilance pesapersone, però, sono le bilance smart ( o intelligenti). Questa tipologia di strumenti può essere utilizzata da professionisti ma anche da persone comuni che vogliano tenere sotto controllo non solo il proprio peso, ma anche il proprio stato di forma nel complesso.

Questo tipo di bilance, infatti, sono collegate ad applicazioni utilizzabili dallo smartphone, che registrano e mettono in relazione tra loro i dati relativi al peso, all’attività fisica, all’alimentazione, e al sonno di un individuo, restituendo un quadro complessivo della sua qualità di vita.

Questa è ormai chiaramente l’era dei dati, e saperli raccogliere non è più sufficiente: in qualsiasi settore essi vanno conservati, interpretati e incrociati per costruire informazioni più complesse e più utili.

Abbiamo software nati a seguito di esperienze maturate nei diversi contesti. Contattaci, possiamo analizzare le tue necessità e consigliarti soluzioni standard a catalogo o valutare l'opportunità di applicativi custom.

Posts correlati

Condividi questo contenuto

Aggiungi un commento

 (con http://)