Quanti tipi di bilancia esistono?

Pubblicato il: 16/11/2018 16:00:03
Bilance e Sistemi per Pesare

Il mondo della pesatura è straordinariamente ampio e ricco di strumenti di ogni tipo. Scopriamo quanti tipi di bilance esistono.

Tante bilance, diverse tecnologie

Una bilancia, per definizione, è uno strumento che serve per calcolare il peso di uno o più oggetti. Il funzionamento di una bilancia è riconducibile al principio della leva. Si tratta di un congegno che è stato sviluppato e utilizzato dall’uomo fin dai tempi più remoti per una moltitudine di attività, dal commercio, all’artigianato, all’agricoltura. Le bilance antiche sono tuttora un settore di straordinario interesse per collezionisti ed amatori.

Le prime bilance erano costituite da un braccio che poggiava, al centro, su un fulcro. Alle due estremità del braccio erano posti due recipienti. Da una parte si poneva un peso campione, ossia un oggetto di cui si conosceva già il peso, dall’altra si poneva ciò di cui si voleva determinare il peso. Questa, pur nelle sue innumerevoli varianti, è quella che si definisce una bilancia classica.

Nel tempo, però, le bilance si sono evolute. 

Ma quante e quali tipologie di bilance esistono oggi?

I meccanismi con cui una bilancia misura il peso di un oggetto sono tanti e diversi tra loro. Abbiamo parlato delle bilance a braccio: questa tipologia di bilancia ha molte varianti.

Esistono bilance a bracci uguali sospese, a colonna o in vetrina.

Una particolare bilancia a bracci diseguali è la stadera: al più corto dei bracci viene agganciato un piatto su cui si pone l’oggetto da pesare. L’altro braccio, molto più lungo, è una scala su cui sono incisi chilogrammi e sottomultipli. Sul braccio graduato scorre il cosiddetto peso romano. Il peso si determina quando si raggiunge un equilibrio tra i due bracci della bilancia. La stadera è una bilancia a contrappeso a sospensione.

La bascula, invece, è una bilancia da terra. Si tratta sempre di una bilancia a bracci disuguali che è provvista, però, di un unico piano su cui si poggia il prodotto di cui si deve stabilire il peso e, tramite un sistema di leve, l’abbassamento del piatto viene trasmesso a un braccio graduato simile a quello della stadera su cui si legge il valore ricercato.

Anche i dinamometri sono strumenti utilizzati per determinare il peso. Questi strumenti hanno un piatto o un gancio collegato ad un molla: ponendo l’oggetto da pesare sul piatto la molla si deforma in modo proporzionale al peso di ciò che vi viene appeso. La molla è collegata a un indice numerato sul quale si può leggere il peso. Si tratta di uno strumento molto facile e intuitivo da utilizzare che ha molteplici applicazioni.

Le bilance più comuni come, ad esempio, le pesapersone meccaniche che tutti abbiamo in casa, sono un esempio di dinamometro che sfrutta la deformazione di una molla collegata al piatto di pesata stesso. A seguito della pressione, infatti, la molla si comprime e un ingranaggio interno permette di tradurre questa deformazione e far muovere la ruota graduata su cui la lancetta indica il valore del peso.

Nella maggioranza delle bilance di questo tipo che utilizziamo oggi le oscillazioni dell’indice vengono solitamente smorzate con appositi congegni, di solito ad aria, in modo da rendere più veloce e più attendibile la pesata.

Le più moderne bilance sono digitali, sfruttano, cioè, segnali elettrici per la pesatura. Una volta che ciò che si sta pesando viene posto sul piatto, dunque, il peso viene determinato dalla misurazione delle variazioni del passaggio di corrente attraverso le  celle di carico.

Queste bilance solitamente sono dotate di appositi display su cui si può leggere facilmente il risultato della pesata. Le bilance digitali sono molto diffuse e possono essere dotate di innumerevoli funzioni aggiuntive che le rendono strumenti essenziali per diverse tipologie di business e di aziende.

bilance per ogni settore

Tra tutte le tipologie di bilance che sono state inventate e adottate dall’uomo nella storia, ce n’è una che è stata realizzata addirittura da Archimede, il celebre matematico greco che visse tra il 287 e il 212 a.C. Si tratta della bilancia idrostatica, detta anche bilancia di Archimede.
Il funzionamento di questo strumento prende le mosse dal concetto archimedeo di peso specifico e permette di determinare il peso specifico di un corpo rispetto alla sostanza in cui è immerso.

Bilancia: un unico strumento per tanti impieghi

Bilance diverse tra loro possono essere adoperate per i più vari utilizzi risultando spesso un alleato fondamentale nel lavoro o in alcune operazioni quotidiane.

Una tipologia di bilancia che è molto comune nelle nostre case è la bilancia da cucina: può essere analogica oppure digitale, l’importante è che abbia le giuste caratteristiche per l’uso che se ne deve fare, che sia la preparazione di un dolce ogni tanto o la preparazione dei piatti di un ristorante stellato.

Tutti noi abbiamo utilizzato più o meno frequentemente nella nostra vita una bilancia pesa persone, anche in questo caso uno strumento che può essere sia analogico che digitale e con diversi livelli di complessità e funzioni specifiche.

Di questa tipologia di bilance esiste una variante specifica che sono le bilance per neonati. Qui abbiamo parlato di cosa sono e come dovrebbero essere utilizzate 

Oltre a questi strumenti di più comune utilizzo, esistono bilance per tantissime tipologie di esercizi commerciali e aziende.

Si pensi alle bilance per orafi: bilance di alta precisione, calibrate e certificate, che vengono spesso vendute con i loro pesi campione da utilizzare obbligatoriamente nella vendita di oro e gioielli.

Le bilance di precisione sono molto utilizzate anche in altri ambienti come, ad esempio, nei laboratori ma anche nei colorifici dove è essenziale dosare bene i colori.

bilance di precisione per laboratori

Nei laboratori chimici o farmaceutici si ricorre più spesso alle bilance analitiche che hanno una precisione ancora maggiore e offrono una lettura di 0.1 mg (decimo di milligrammo ) o 0.01 mg ( centesimo di milligrammo ).

Nel comparto agricolo sono tante le bilance che vengono utilizzate per diversi scopi. Innanzitutto abbiamo le barre pesatrici che, combinate con apposite piattaforme o gabbie, sono adatte a pesare il bestiame di piccole dimensioni e sono una perfetta soluzione portatile per mercati e fiere.

Le bilance da banco invece, vengono sfruttate per pesare sementi, cereali, verdure, legumi e frutta.

Intorno agli anni quaranta del Novecento erano molto utilizzate anche le bilance per pesare le uova che permettevano di classificarle in piccole, medie, grandi e molto grandi.

Più capienti di quelle da banco, ci sono le bilance a piattaforma che servono sia per pesare gli animali che per pallet, grandi casse di grano o altri cereali o grandi quantità di concimi.

tipi di bilance per applicazione

Per trattori, carri agricoli e altri veicoli pesanti, invece, occorrono bilance apposite e generalmente la soluzione migliore è rappresentata dalle bilance pesa assi che sono comode da utilizzare e facilmente trasportabili, quindi non richiedono una postazione fissa. In questo caso, prima di scegliere la pesa assi appropriata è indispensabile sapere quale sarà l’uso che se ne farà: nell’industria agroalimentare può esserci esigenza di pesare grandi carichi di materie prime come legna o sementi,

Esiste un’altra tipologia di bilancia per pesare gli automezzi: è la pesa a ponte. Le pese a ponte possono essere installate direttamente al suolo oppure all’interno di una cavità apposita per agevolare non solo la salita ma anche il transito dei mezzi quando la bilancia non è in funzione. Questi strumenti sono molto utili nei cantieri ma anche, ad esempio, nella pesatura dei camion che trasportano rifiuti dentro e fuori da discariche o centri per la raccolta e il riciclaggio.

Per i cantieri di ogni tipo, da quelli edili a quelli navali, ma anche per l’industria pesante sono indispensabili le bilance a gancio.
Si tratta, a tutti gli effetti, di dinamometri che misurano la forza peso (massa per accelerazione di gravità) di un carico che viene appeso tramite un gancio.
Queste bilance possono avere diverse dimensioni e capacità di carico e, grazie al gancio a cui si attacca il corpo centrale, sono facilmente utilizzabili in diversi ambienti e senza un grande ingombro. Le più resistenti tra le bilance a gancio sono i dinamometri da gru o da carroponte utilizzati per merci molto grandi, garantiscono una portata fino alla tonnellata.

Passando a produzioni più leggere di beni delicati che necessitano pesature ad alta precisione, pensiamo ai cosmetici e ai saponi per i quali è essenziale poter replicare con estrema precisione la stessa miscela per tutti i contenitori e le boccette da riempire per poi distribuire e vendere.

Ecco, quindi, che entrano in gioco le bilance con funzione di pesatura percentuale che sono in grado di calcolare in tempo reale il peso di ogni componente del prodotto. In caso di errore questi strumenti sono in grado di eseguire il ricalcolo senza interrompere il processo di riempimento dei flaconi.

Nell’industria cosmetica, inoltre, sono molto utili le termobilance che rilevano il contenuto di umidità all’interno dei prodotti, informazione indispensabile anche ai fini della corretta conservazione.

Passando al settore dei servizi parliamo delle bilance utilizzate da chi organizza le spedizioni di posta e pacchi. Oltre alle comuni bilance da banco o a piattaforma, ci sono le bilance postali per calcolare il peso e le conseguenti tasse e bolli da pagare per le spedizioni.

Nel commercio al dettaglio, invece, un prezioso alleato è rappresentato dalle bilance contapezzi: si tratta di bilance di precisione che, una volta registrato e memorizzato il peso di un numero X di pezzi posti sul piatto, poi riescono a calcolare il peso medio unitario di ciascun elemento. Questi strumenti riescono a far risparmiare molto tempo soprattutto nei momenti di inventario o di controllo del magazzino.

Abbiamo visto una rassegna delle diverse tipologie di bilance disponibili ma è davvero difficile sapere quante ne esistono. Ci sono bilance per i più svariati ambienti e utilizzi, ognuna delle quali, se scelta con le giuste accortezze, rappresenta uno strumento valido e affidabile per diverse tipologie di cicli produttivi o di situazioni commerciali.

Scoprite tutte le bilance professionali presenti sul nostro sito.

Posts correlati

Condividi questo contenuto